Flan salvia e limone

Ho trovato dei limoni bio profumatissimi e mi è venuta voglia di preparare un dolcino…

Salvia e limone: un abbinamento che, personalmente, adoro. Vi ricordate le caramelle alle erbe delle nonne? la mia aveva sempre quelle al rabarbaro e quelle salvia e limone. Peraltro, passavano come “digestive”: ora, non mi spingerei a tanto, dichiarando questo flan ricco e cremoso un valido eupertico… ma secondo me così è perfetto per chiudere una cena o un pranzo (magari accompagnato da un bel piattino di biscotti al burro, ma adesso sto proprio divagando dal tema “dopo cena”..!)

Comunque, il mio francesissimo dolce ha rischiato di non vedere la luce: appena acceso il forno, la luce è saltata. Ho dovuto andare agli sportelli in strada per ripristinare la corrente. Ho tirato su una leva a caso, per fortuna era la mia.

Tornando alla ricetta: uova bio di galline allevate all’aperto, limoni organici, e la salvia è quella del mio balcone.

Enjoy!

Ingredienti:

  • Latte intero: 225 ml
  • Uova: 1 intero + 1 tuorlo
  • Zucchero: 40 g.
  • Succo e scorza di mezzo limone
  • Un paio di foglioline di salvia
  • Maizena: 10 g.
  • Una goccia di estratto naturale di vaniglia

Per 2 ramequin grandi (o 4 porzioni piccole)


Scaldare il latte in un pentolino con la scorza di limone (solo la parte gialla) e la salvia. Lasciar intiepidire.

Sbattere uova e zucchero in una ciotola; aggiungere la maizena e 1/2 cucchiaino di scorza di limone grattugiata. Mescolare accuratamente con una frusta, eliminando tutti i grumi. Aggiungere il succo di limone e la vaniglia.

Versare il latte tiepido, metà alla volta, filtrandolo e continuando a mescolare molto bene con la frusta.

Una volta incorporato tutto il latte, riempire gli stampi con l’aiuto di un mestolo. Eliminare eventuali bolle grandi sulla superficie (pungendole con uno stecchino).

Inserire gli stampi in una teglia più grande un po’ alta di bordo e riempirla con acqua calda per circa la metà dell’altezza degli stampini.

Passare in forno caldo a 150° per ca mezz’ora. I flan vanno sfornati quando sono ancora “tremolanti”, si rassodano poi raffreddandosi.

Tenere in frigo e consumare ben freschi.

Una volta raffreddati, cospargere con un po’ di zucchero di canna e caramellizzare col cannello.

Tips&Tricks

  • Lo ripeto ancora (so che è ridondante, ma c’è ancora chi mi scrive “ma non li prendi bio??” se non lo scrivo almeno tre volte 😬): i limoni devono essere bio con buccia edibile (è scritto sull’etichetta)
  • State attenti a non cuocerli troppo: meglio toglierli dal forno quando sembrano ancora un po’ cremosi. Mentre si raffreddano raggiungeranno la consistenza perfetta
  • Se non avete il cannello, passateli qualche minuto sotto il grill del forno. Oppure, potete scegliere di servirli semplicemente con un coulis di frutti rossi, o dei mirtilli freschi e un ciuffo di panna… a voi la scelta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.