Brioche al burro

Una brioche che è semplicemente una delizia: profumata, burrosa, leggermente salata, scioglievole in bocca… Vale la pena nonostante la lavorazione che non è – ammettiamolo – facilissima.

Treccine all’orzo e cannella (impasto a mano)

Diciamolo: le brioche sono più buone appena fatte. Per questo io non cuocio mai quelle quantità da esercito che vedo incerti blog. Preferisco farne poche e consumarle, senza doverle mangiare rafferme o peggio sprecare…

Treccia di segale e semi

Da queste parti comincia ad essere un po’ difficile trovare della farina decente. Sembra che la gente pensi di essere in guerra, e temo che le case qua intorno nascondano bunker segreti stipati di sacchi di farina…

Bostock con brioche all’olio e sciroppo al rum

Questa è una ricetta che sembra lunga, ma solo perché parto dalla preparazione della brioche. In realtà, è un ottimo modo per riciclare invece una brioche che vi è rimasta in giro un paio di giorni!

Treccia soffice con marmellata e mandorle

Un impasto profumato, morbido e setoso già quando lo si lavora. Leggera – il burro è davvero poco – ma soffice come una nuvola. Il segreto è sempre del tang zhong, o roux, tecnica semplicissima che uso volentieri nei lievitati dolci come questo.