Zuppa peruviana di gamberi e coriandolo fresco

Una delle tante versioni di “aguadito”: una delle zuppe più buone che possiate preparare…

La mia vera “tradizione” è, particolarmente dopo le feste, scrollarmi di dosso tutto ciò che è appunto “tradizionale” nel più breve tempo possibile. Non travisatemi: anche a me a Natale piacciono i ravioli in brodo, il cappone… ma poi mi viene subito un rifiuto terribile per antipasti, affettati (che non mi piacciono in generale mai), insomma le cose che, bene o male, ci ritroviamo sul tavolo ogni anno, nonostante i buoni propositi del “quest’anno si cambia!”.

Non si cambia mai, in verità. Né il menu, né chi lo mangia, e forse questa abitudinarietà in qualche modo ci dà sicurezza, ci garantisce che le cose restino come dovrebbero a dispetto di tutto.

O forse ci insegna solo che, se mi piace il fine dining, non vuol dire che non potrei vivere anche solo di polenta uncia per decenni, o che voglio “essere alternativa” solo perché non mi piace la pasta.

Perdonate le riflessioni di inizio anno – inclusa anche quella se sia intelligente o meno che io continui a scrivere qui, in un italiano decisamente corretto, quando il resto del mondo annaspa tra accenti sbagliati, apostrofi a caso e congiuntivi che piangono per la sindrome dell’abbandono.

Come prima ricetta dell’anno, dunque: aguadito. Dal colore splendido e dal sapore ancora più delizioso, facilissima da preparare e pronta in poco più di mezz’ora.

C’è solo una cosa: il coriandolo o si ama o si odia (lo sapete vero che non è una questione di gusto, ma di DNA?…), perciò se non lo amate state lontani da questo piatto: perché ce ne vuole veramente tanto…! 😄

Ingredienti:

  • Patata: un paio, piccole
  • Carote: 2
  • Una cipolla rossa
  • Un peperone verde
  • Un peperoncino piccate (fresco o secco, quantità a piacere)
  • Uno spicchio di aglio
  • Olio (di oliva leggero)
  • Brodo di verdure
  • Coriandolo macinato e cumino macinato: 1 cucchiaino di entrambi
  • Paprika: 1 cucchiaino
  • Un bel mazzo di coriandolo fresco
  • Lime: un paio
  • Gamberi: una dozzina
  • Sale

Per 2 – 3 porzioni


Pulire i gamberi (io ho usato code di gamberi argentini, non c’è bisogno delle teste in questa ricetta): sgusciarli e togliere il budello. Lavarli bene e farli scolare.

In una ciotola riunire le patate, le carote, mezza cipolla e metà peperone verde tagliati a dadini regolari.

A parte affettare finemente la cipolla e il resto del peperone verde. Versare in una casseruola un goccio di olio e far andare il trito di cipolla e peperone; aggiungere un cucchiaino delle spezie preparate e lasciar cuocere per un paio di minuti. Aggiungere anche l’aglio tritato. Quando il tutto sfrigola e profuma, toglierlo dalla pentola ed inserirlo nel frullatore. Lascar raffreddare.

Intanto, sempre nella stessa pentola, far saltare velocemente i gamberi, quindi levare anche questi e tenerli da parte.

Versare nella pentola ancora un filo d’olio, scaldare ed unire le verdure preparate, il resto delle spezie miste e la paprika. Mescolare, quindi coprire con il brodo, salare (poco) e lasciar cuocere fino a che le verdure siano belle tenere. A questo punto, mettere nella pentola anche i gamberi. Cuocere ancora 5′ e spegnere il fuoco.

Intanto, togliere il gambo al coriandolo e metterlo nel frullatore (insieme al trito precedente), aggiungere il succo di uno o due lime (devono essere almeno 4 cucchiai di succo) e poca acqua e frullare fino ad ottenere una salsa verde molto ben emulsionata.

Versare nella pentola il “frullato” verde, mescolare bene e servire, finendo con qualche dadino di verdura fresca e filini di peperoncino.

Tips&Tricks

  • Il peperoncino piccante: scegliete quello che preferite e la quantità che riuscite a tollerare. La zuppa deve essere piccante sì, ma sempre gradevole
  • Ovviamente il coriandolo NON è sostituibile né tantomeno si può omettere (non sarebbe una zuppa di coriandolo…)
  • Il colore è proprio così, rimane verde brillante (non è bellissima??)
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.