Tortelli di cavolo nero, finocchiona, mele e pecorino di fossa

Non sono tortelli per signorine, questo è meglio specificarlo 😁

Diciamo che, tradizionalmente, dalle mie parti la Vigilia si mangia … la trippa.

Che io detesto cordialmente.

E non amando particolarmente nemmeno il pesce (tranne quello di lago ❤️), né tanto meno la tradizione (insomma, sono fatta un po’ a modo mio…), ripiego sempre volentieri sulla pasta fresca ripiena. Ci sono millemila ricette qui nel blog, ma non fa male aggiungerne un’altra…

Prodotti robusti per un primo gloriosamente saporito che ricorda – più di un po’ – l’amata Toscana (più che le feste di Natale…!)

Ma tant’è: io faccio volentieri a meno di antipastini e pastrugni vari, sono un tipo concreto, e il cibo lo devo sentire nel profumo, nel gusto, non sono fatta per i sapori blandi, io…

Ingredienti:

Per la pasta:

  • Farina 00: 40 g.
  • Semola di grano duro rimacinata: 100 g.
  • 1/2 uovo
  • Un goccino d’acqua

Per il ripieno:

  • 1 mazzetto di cavolo nero
  • Ricotta di bufala DOP: 100 g.
  • Finocchiona: 1 fetta (30 g ca)
  • Uno spicchio di mela (io rossa)
  • 1/2 uovo
  • Un pizzico di sale
  • Noce moscata
  • Pecorino di fossa grattugiato al momento: 1 bel cucchiaio

Per condire:

  • Olio extravergine di oliva
  • Pecorino di fossa grattugiato al momento
  • Polvere di cavolo nero (vedi QUI)

Per 42 pz


Per il ripieno: pulire il cavolo nero togliendo la costa centrale (basta tenere la foglia con una mano e con l’altra sfogliarla). Lavare e lessare le foglie per 15-20 min, scolarle e farle raffreddare.

In una ciotola riunire la ricotta e il pecorino. Strizzare bene il cavolo lesso e tritarlo finemente insieme alla finocchiona e alla mela. Aggiungere il tutto nella ciotola, condire con un pizzico di sale (poco!) e la noce moscata; sbattere leggermente l’uovo ed unirne la metà al composto. Mescolare bene il tutto per amalgamarlo e farlo risposare al fresco per un’oretta.

Intanto preparare la sfoglia: impastare le farine con la metà di uovo rimasta e poca acqua, in modo da ottenere un impasto sodo e liscio. Avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare almeno mezz’ora.

Tirare la sfoglia non troppo sottile (io tacca 6 della Marcato), tagliarla a quadrati di ca 3,5 cm di lato e depositare una nocciola di ripieno su ogni quadrato. Chiudere i tortelli e metterli ad asciugare sull’apposita reticella.

Seccare e polverizzare qualche foglia di cavolo.

Ripassare i ravioli lessati in una larga padella con olio extravergine di oliva (meglio toscano) e abbondante pecorino.

Servire con pepe nero macinato al momento e una spolverata di polvere di cavolo nero.

Tips&Tricks

  • Pochi ingredienti, ma devono essere di ottima qualità: la Finocchiona arriva dalla Toscana, come il Pecorino; la ricotta è DOP e la verdura bella fresca. L’olio lo abbiamo comprato in Val d’Elsa
  • Occorre strizzare benissimo il cavolo (come per qualsiasi verdura verde impiegata per i ripieni), altrimenti si bagna la sfoglia
  • Non serve aggiungere pangrattato al ripieno, rimane bello compatto
Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.