Cuoricini di mezza sfoglia (in vista di un compleanno)

Love is in the air… 🎶🎵🎵

Arriva il “suo” compleanno e vuoi non preparargli le cosine che preferisce?…

Partiamo dalle cose più facili: i biscotti di sfoglia. Che saranno facili per le persone normali, ma io NON SROTOLO UN BEL NULLA in questa casa, rauss! Non compro paste pronte del supermarket da quando ho cominciato a far la spesa da sola (secoli fa), perciò anche questi non fanno eccezione.

La sfoglia è la sua preferita (e anche la mia). In generale, meglio se è avvolta a forma di cannoncino e straboccante di crema gialla, ma anche così, semplice, a lui piace moltissimo. Io adoro tutti i biscotti, ma lui preferisce la sfoglia sempre (così come preferisce i croissant a qualsiasi altra brioche – come sono fortunata, eh?…)

In ogni modo, la ricetta è quella mia collaudatissima (da anni) della sfoglia “mezza”, cioè con metĂ  dose di burro rispetto alla sfoglia classica.

Ve lo garantisco (e lo potete vedere): questa sfoglia si gonfia in modo incredibile! Rimane leggera, friabilissima, mille strati di ariosa bontĂ .

Tra l’altro, è perfetta anche per realizzare vol-au-vent, salatini, etc.

Ormai per me è LA pasta sfoglia, l’unica che realizzo ormai a occhi chiusi… QUI trovate diverse ricette per utilizzarla.

Ingredienti:

  • Farina 00: 240 g.
  • Farina forte (manitoba o anche 0): 60 g.
  • Sale: 4 g.
  • Acqua: 160 g. ca
  • Burro per sfogliare: 150 g. (di ottima qualitĂ )

Per finire:

  • Un tuorlo e un po’ di latte
  • Zucchero

Si comincia preparando il pastello: in una ciotola riunire le farine setacciate e il sale; aggiungere a filo l’acqua cominciando ad impastare. Bisogna ottenere un impasto morbido ma assolutamente non appiccicoso – regolarsi quindi con l’acqua. Appiattirlo, avvolgerlo nella pellicola e metterlo in frigo per almeno 3 ore. Realizzare quindi il panetto: infilare il burro in una “tasca” di carta forno e batterlo con delicatezza fino ad ottenere un rettangolo alto ca 3 mm. Ripiegare i bordi della carta e riporre il tutto in frigo.

A questo punto riprendere il pastello e stenderlo, ottenendo un rettangolo circa doppio rispetto alla grandezza del rettangolo di burro; porre il burro sulla metà inferiore della pasta e ripiegare la parte superiore al di sopra, ricoprendolo (“incassare” il burro). Stendere di nuovo con delicatezza la pasta in un rettangolo alto pochi mm, e fare una piega a tre: dividere idealmente il rettangolo in tre parti, ripiegare la parte superiore verso il centro e ricoprire con la parte inferiore, come se fosse un fazzoletto.

Tenendo la pasta con la parte aperta sulla destra, si stende di nuovo, ma questa volta si farà un giro di pieghe “a quattro”: si divide mentalmente il rettangolo in quattro parti, si ripiega la parte superiore verso il centro e lo stesso la parte inferiore, in modo che i bordi combacino. Si piega poi di nuovo su se stessa. Riporla in frigo, avvolta nella pellicola e sempre per almeno un’ora.

La piega a tre e la piega a quattro vanno ripetute, per un totale di 4 “giri” (3-4-3-4). Dopo l’ultima piega a quattro, si stende bene la pasta e e poi si riavvolge con l’aiuto della pellicola per l’ultimo passaggio in frigo (oppure, come faccio spesso io, per 10′ in freezer).

Stendere quindi la pasta ad uno spessore di ca 3 mm. Ritagliare i cuoricini (o quello che vi pare) e spennellarli con un tuorlo battuto con un po’ di latte. Spolverizzarli con poco zucchero semolato e cuocerli in forno preriscaldato a 200° per 20-25 min o fino a che siano ben gonfi e dorati.

Tips&Tricks

  • Ritagliare con le formine inevitabilmente crea degli “avanzi”: con gli sfridi realizzate coroncine o altri biscottini, ma SENZA REIMPASTARE!
  • Il burro deve essere di ottima qualitĂ , di panna centrifugata (deve esserci scritto sulla confezione)
  • Potete finire le sfoglie con granella di zucchero invece che zucchero semolato
  • Essendo la sfoglia neutra, se volete renderli dei salatini, omettete lo zucchero in superficie e sostituite con un pizzico di sale e semini di sesamo o nigella, origano, rosmarino…
  • Con queste dosi si ottengono una 30ina di cuoricini. Io ho usato metĂ  della pasta, ho congelato il resto per usi futuri (resta in freezer per ca 3 mesi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.