Zuppa di salicornia e gamberi alla senape

Detesto settembre con tutte le mie forze. Per me, è il mese in cui, da sempre, finiscono tutte le cose belle: le giornate lunghe, i piedi scalzi, i vestiti leggeri. Rimangono afa e zanzare, almeno dalle mie parti.

E sinceramente, io non trovo niente di particolarmente interessante in camini, plaid e maglioni. Io sto bene in piena luce, non sotto questi cieli smunti. Preferisco l’inverno, almeno le sue intenzioni sono chiare…

Ciò detto: ecco (finalmente, direi) i primi temporali. Considerato che il nostro povero lago ormai è poco più di un lavapiedi, data la tremenda siccità di questi mesi, potevano essere una mano santa: invece, sono stati un uragano di grandine e vento che ha devastato il territorio senza risparmiare molto.

Questo, e una certa dose di depressione post-vacanze (a proposito: dove sono stata? date un occhio al mio profilo IG alessia_myiummy …), mi ha fatto venir voglia di zuppe: io le amo, non è un segreto, nel blog ne trovate oltre 40 ricette, di ogni ispirazione, provenienza, creative e stravaganti ma tutte, senza eccezioni, buo ni ssi me.

Questa è super saporita ed arricchita dalla salicornia, ingrediente che amo molto ma che purtroppo dalle mie parti si fatica a trovare.

Ingredienti:

  • Salicornia: un mazzetto
  • Gamberi (sgusciati e puliti): 200 g ca
  • Un porro grande
  • Una patata media
  • Aneto fresco
  • Brodo vegetale: 700 ml ca
  • Senape di Digione: 1 cucchiaino abbondante (meglio il tipo fine)
  • Pancetta affumicata: 2-3 fettine
  • Due cucchiai di panna fresca
  • Sale, pepe
  • Burro
  • Uno spicchio di aglio
  • Vino bianco

Per 2-3 porzioni


Pulire la salicornia: togliere i gambi più spessi e duri e le parti non perfettamente fresche e verdi. Sciacquarla e sbianchirla in acqua bollente per 2 min. ca. Scolarla, tagliarla a pezzettini e tenerla da parte.

Pulire il porro e tagliarlo a rondelle sottili. Pelare la patata, lavarla bene e tagliarla a dadini o fettine.

Tritare la pancetta al coltello.

In una larga casseruola far sciogliere un cucchiaio di burro. Quando sfrigola, unire la pancetta e farla rosolare. Quando è quasi trasparente, unire il porro, la salicornia e le patate. Aggiungere la senape e far andare la verdura per qualche minuto a fiamma vivace, mescolando bene per distribuire il condimento. Coprire quindi con il brodo, unire un mazzetto di aneto tritato ed abbassare la fiamma.

A parte, rosolare i gamberi con uno spicchio di aglio e sfumarli con il vino.

Quando la verdura della zuppa sarà quasi disfatta, unire i gamberi preparati insieme al loro fondo di cottura (eliminando l’aglio)

Far sobbollire ed addensare bene la zuppa, quindi unire la panna ed una generosa macinata di pepe.

PS io non ho aggiunto sale, la salicornia è già molto sapida di suo.

Servire ben calda.

Tips&Tricks

  • La salicornia è ricca di iodio: chi, come me, ha problemi alla tiroide deve consumarla con attenzione. Per questo ne ho utilizzata meno di quello che mi sarebbe piaciuto… altrimenti, abbondate pure! è squisita
  • Accompagnate la zuppa con un buon vino bianco o una birra blanche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.