Tartare di salmone, ibisco, maionese di mandorla

Amo le tartare, sono così semplici eppure così creative…

Ne trovate diverse ricette in questo blog: ma c’è sempre modo di inventarne una nuova – specie per fare le prove per l’antipasto del compleanno della dolce metà 😉

Questa, semplicissima, mi è venuta in mente mentre sostavo dubbiosa dal pescivendolo (io sono decisamente carnivora, il pesce mi piace ma quando lo mangio penso sempre a come sarebbe bello addentare una bella bistecca…) ed ho chiesto, così come per caso, se avesse qualcosa di abbattuto per un crudo. Ho preso questo pezzetto di salmone meraviglioso, selvaggio, e mi è uscita questa cosina deliziosa e dal colore incredibile: l’ibisco è rosso scuro, con sfumature fucsia, un colore e un gusto che amo molto al punto da usarlo per dolci, primi piatti, secondi… (li trovate QUI)

Per quanto riguarda la maionese di mandorla: io detesto tutto ciò che sia a base di uova, non ne sopporto nemmeno l’odore (no crema pasticciera che faccio divinamente, ancora meno la maionese!)

Ma questa… provatela e poi mi dite se non ve la finite col pane o direttamente con le dita!

Ingredienti:

  • Salmone: 120 g. (preferibilmente selvaggio, abbattuto)
  • Fiori di ibisco secchi: 2 cucchiai
  • Sale (io rosa): un pizzico
  • Pepe bianco: un pizzico
  • Olio extravergine di oliva leggero (io ligure): 1 cucchiaino
  • Scorza di lime

Per la maionese di mandorla:

  • Mandorle pelate: 40 g.
  • Acqua: 30 g. ca
  • Olio extravergine di oliva (leggero): 1 cucchiaino da caffè
  • Succo di lime: 1 cucchiaino
  • Sale: 1 pizzico

Per 2 porzioni


Preparare un infuso di ibisco molto concentrato con un cucchiaio di fiori in mezzo bicchiere di acqua bollente e lasciarlo in infusione per almeno 10 min. Far raffreddare.

Polvere di ibisco

Ridurre in polvere i restanti fiori con un grinder potente (io bamix).

Un’ora circa prima di servire preparare la maionese di mandorla: frullare le mandorle nel grinder, usandolo a impulsi, per ottenere una farina sottile.

Versare la farina di mandorle e gli altri ingredienti della maionese nel bicchiere del frullatore e frullare alla massima velocità (io uso sempre il bamix, lama base) fino a che la maionese sia ben montata. Tenerla in frigo.

Per la tartare: ridurre la polpa del salmone in dadini piccoli, tagliandola a coltello. Raccoglierla in una ciotolina. Preparare la vinaigrette all’ibisco: versare due cucchiai di infuso di ibisco, il sale, l’olio e il pepe in un contenitore ed emulsionare tutto con una piccola frusta. Condire la tartare e tenerla in frigo almeno mezz’ora.

Per servire formare le tartare nei piatti usando un ring. Inserire la maionese in una piccola tasca da pasticceria con bocchetta tonda e formare dei ciuffetti. Finire con la polvere di ibisco e le scorze di lime.

Tips&Tricks

  • Assicuratevi della materia prima: il salmone deve essere preferibilmente selvaggio ed OBBLIGATORIAMENTE abbattuto
  • I fiori di ibisco si trovano in erboristerie (e anche via internet): io li uso volentieri anche come tisana o, d’estate, per un tè freddo con una fetta di arancio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.