Polpette di pesce spatola con salsa di limone arrostito e ras-el-hanout

Ops! I did it again 😄 Polpette!

Non trovo facilmente il pesce spatola da queste parti, perciò quando mi capita lo prendo al volo e lo “ricetto” con grande piacere.

Stavolta è finito in queste polpette di pesce facili, anzi facilissime – il trucco qui è accompagnarle con una salsa stre pi to sa (provatela anche con una pasta estiva o sulla bruschette…) e – volendo – farcire i batbout (di cui ho giĂ  parlato QUI): questi soffici panini di semola da cuocere semplicemente in padella o su una piastra bollente mi hanno risolto spesso aperitivi e buffet. Sono buonissimi (anche per colazione, con burro e marmellata), e anche questi molto semplici da fare. Forse sono diventata pigra…. ma comunque il mio motto è sempre stato “poca impresa, massima resa” 😁

Ingredienti:

  • Pesce spatola fresco, sfilettato: 300 g. ca
  • Una patata lessa
  • Un albume
  • Ras-el-hanout: 1/2 cucchiaino
  • Sale q.b.
  • Qualche fogliolina di menta e prezzemolo
  • Pangrattato

Per la salsa:

  • Pomodori perini (da sugo): 3-4
  • Pomodorini ciliegia: una manciata
  • Un limequat (o limone bio con buccia edibile)
  • Aglio
  • Ras-el-hanout: 1/2 cucchiaino
  • Sale
  • Un pizzico di zucchero
  • Olio extravergine di oliva
  • Una manciata di mandorle
  • Un mazzetto di prezzemolo

Per il pane batbout:

  • Semola di grano duro: 80 g.
  • Farina 0 (o 1): 100 g.
  • Acqua: 100 ml
  • Sale: 2,5 g. ca
  • Lievito di birra fresco: 2 g

Per le polpette: spellare e pulire bene i filetti di pesce, tagliarli a pezzi d inserirli nel mixer con la patata, i pomodori secchi tagliati a pezzetti, la menta, il prezzemolo, un cucchiaio di albume, un pizzico di sale e le spezie. Azionare il mixer ad intervalli, per evitare di spappolare il composto. Con questo impasto formare delle crocchette cilindriche e passarle nel pangrattato. Disporle sulla placca del forno rivestita di antiaderente, spruzzarle di olio e cuocerle in forno ventilato a 170° per ca. 20 min.

Per il pane: sciogliere il lievito in un goccio di acqua tiepida con un pizzico di zucchero. Mescolare le farine e versarci nel mezzo il lievito e la restante acqua.

Lavorare bene, per ultimo aggiungere il sale e fare l’impasto a palla. Lasciarlo lievitare fino al raddoppio in una scodella pulita e leggermente unta di olio. Una volta raddoppiato, riprendere l’impasto e dividerlo in pezzi grandi come una pallina da ping-pong. Spolverarli di semola e lasciarli riposare, sotto un canovaccio pulito, per un’altra ora circa (o comunque fino a che premendoli la pasta non risale o lo fa molto lentamente).

Scaldare una piastra antiaderente liscia (oppure una padella). Premere ciascuna pallina col dietro di un bicchiere infarinato (io uso l’attrezzo per gli hamburger!) e disporre i pani nella padella ben calda. Chiudere con un coperchio (meglio di vetro, così si vede la cottura) e cuocere per 3-4 minuti. I pani si gonfiano. Girarli e cuocerli ancora per qualche minuto. Devono essere dorati ma assolutamente NON bruciacchiati, quindi controllare la temperatura (la fiamma deve essere media, non troppo forte).

Tenere i pani in caldo in un cestino chiusi in un canovaccio.

Per la salsa: lavare e tagliare i pomodori e i limequat a fette. Disporli in una teglia da forno, condire con un pizzico di sale e di zucchero, olio e un paio di spicchi di aglio. Arrostire tutto in forno a 200° per una ventina di minuti. Far raffreddare e frullare con un pugno di mandorle tostate, l’olio e le spezie. Tritare finemente il prezzemolo ed aggiungerlo alla salsa.

Servire le polpette con abbondante salsa nei panini caldi.

Come accompagnamento, una bella insalata di pomodori e cetrioli.

Tips&Tricks

  • Non omettete le spezie, sono indispensabili. Se non trovate il ras-el-hanout, preparate una miscela con cardamomo, cumino, coriandolo, cannella e noce moscata
  • Ho scelto il pesce spatola, che è un pesce azzurro che mi piace moltissimo, ma potete usare anche sarde, sardine, sgombro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.