Etnico&Fusion · Piatti unici · Secondi

Fesenjan – stufato iraniano di pollo, noci e melograno

Una delle prime ricette pubblicate… meritava delle foto nuove, perché è un piatto eccezionale 🧡

Dicevamo: preparo questo piatto da diversi anni ormai. Forse è la prima ricetta persiana che ho cucinato, affascinata da questi sapori meravigliosamente combinati e bilanciati. Da allora la curiosità è cresciuta e ne ho sperimentate diverse (le trovate qui nel tag “cucina iraniana” ): forse è la cucina che preferisco, in assoluto.

Sono però particolarmente affezionata a questo piatto, perché è assolutamente delizioso ed è pronto in una quarantina di minuti. Perciò ho deciso di fare qualche foto nuova, perché, all’epoca della prima pubblicazione nel blog, scattavo con una macchinetta usa-e-getta, e riguardando le vecchie immagini non capivo nemmeno più cosa ci fosse nel piatto! 😄

La ricetta invece rimane ovviamente la stessa; unica “variante” è che la melassa di melograno finalmente la trovo da comprare (in Grecia…)

Ingredienti:

Per il Khoresh:

  • Petto di pollo: uno intero (ca 500-600 gr)
  • Cipolla dorata: una di media grandezza
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Noci sgusciate: 50-60 g.
  • Melassa di melograno: 5 cucchiai
  • Zucchero: 1 cucchiaino (facoltativo)
  • Un pizzico di zafferano di zafferano
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero macinato
  • 1/2 cucchiaino di coriandolo macinato
  • Un pizzico di cumino macinato
  • Brodo q.b.
  • Sale/pepe q.b.
  • Farina q.b.
  • Zeste di arancia

Per il riso pilaf:

  • Riso basmati, 120 g.
  • Acqua, 220 ml
  • Sale
  • Burro

Per 2-3 porzioni.


Per prima cosa, tostare le noci in un padellino e tritarle finemente (meglio con un cutter), sino a ottenere uno sfarinato abbastanza sottile.

Tagliare i petti di pollo a cubotti regolari e passarli velocemente nella farina. Rosolarli in una padella con un filo d’olio; toglierli dal tegame e tenerli da parte.

Procedere quindi con la preparazione della melassa di melograno, sgranando e spremendo il frutto (con uno schiacciapatate o un passaverdura sarà semplicissimo). Mettere il succo in un pentolino con un paio di cucchiai di zucchero e lasciar ridurre a fuoco vivace sino a quando non si sarà addensato come uno sciroppo.

Affettare la cipolla a lamelle sottili  e metterla a soffriggere nel tegame con un filo d’olio; aggiungere un cucchiaino di zucchero (a piacere e se il melograno fosse piuttosto aspro) e far caramellare. Unire anche le spezie (eccetto lo zafferano). Riportare il pollo nel tegame, rimestare e coprire col brodo caldo a filo. Salare e pepare. Lasciar amalgamare e aggiungere zafferano, noci macinate e melassa. Portare a cottura, lasciando sobbollire per circa mezz’ora, finché la salsa non si sia ben addensata. Unire a fuoco spento le zeste di arancia.

Per il riso pilaf, sciacquare benissimo il riso, fino a che acqua scolata sia trasparente. Tostarlo con una noce di burro e bagnarlo con l’acqua bollente salata. Chiudere perfettamente il coperchio e lasciar cuocere una decina di munuti, senza rimestare né, ovviamente, aprire la pentola.

Servire lo stufato accompagnato dal riso, scorza d’arancia e grani di melograno freschi.

Tips&Tricks

  • Il Fesenjan è uno dei piatti iraniani più antichi, che già i Sasanidi preparavano per festeggiare l’inizio della primavera. Per questo infatti si utilizza la melassa di melograno, dato che il frutto si trova nella stagione autunnale/invernale: potete prepararla e conservarla mettendola in vasetti sterilizzati e pastorizzandoli.
  • Il riso pilaf può essere cotto anche in forno, in tal caso il tempo di cottura è di ca. 20 min. L’unica accortezza, in entrambi i casi, è chiudere perfettamente il coperchio (aiutandosi anche con uno strofinaccio) e non aprirlo durante la cottura.

12 pensieri riguardo “Fesenjan – stufato iraniano di pollo, noci e melograno

  1. Eccomi 🙂 Finalmente riesco anche io a passare a trovarti. Mi accogli con un piatto meraviglioso. Adoro la cucina etnica e mi piace mescolare tra loro ingredienti nostrani e spezie. Questo piatto è nelle mie corde e sono davvero curiosa di provarlo. Proprio sabato ho preparato una zuppa di verdura che poi ho trasformato in un piatto fusion…è più forte di me 🙂 Un abbraccio e felice giornata.
    M.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.