Etnico&Fusion · Piatti unici · Verdura

Veg curry di cavolfiore e patate (come a Mangalore)

Ho da poco appreso che il cavolfiore viene consumato in India soprattutto come verdura “asciutta”, e raramente fa parte di piatti stufati. Tranne che in questa città 🙂

Comunque, questo piatto denso, piccante e speziato – appunto tradizionale nella comunità Hindu di questa parte della costa occidentale indiana – ha proprio come ingrediente principale il cavolfiore.

Essendo ricco di cocco, è a tendenza dolce, pertanto viene “corretto” con il tamarindo, che è acidulo e fresco.

Inutile dire che è una bontà, a dimostrazione che, per cucinare un ottimo piatto vegano, non si ha sempre bisogno di strani intrugli di soia o glutine fermentato, ma semplicemente di verdure fresche e taaante spezie 😉 E’ anche un filo meno piccante della norma – a quanto pare, i piatti a base di verdure lo sono sempre.

Come tutte queste ricette che originano nelle case delle persone e viaggiano sul filo della tradizione, anche questa può avere varianti leggermente diverse nella scelta delle spezie; rimane sempre però semplice, a base di cavolfiore e patate a pezzi.

Ingredienti:

  • Cavolfiore: 1 non troppo grosso
  • Patata: 1 grandina
  • Cipolla dorata: 1 media
  • Aglio: 1 spicchietto
  • Concentrato di pomodoro: 1 cucchiaino
  • Zenzero fresco: 1 pezzetto (ca 2 cm)
  • Tamarindo: 1 quadretto (2×2 cm) di polpa
  • Garam Masala: 1 cucchiaino da caffè
  • Curry (io dello Sri Lanka, abbastanza forte): 1 bel cucchiaio
  • Semi di senape: 1 cucchiaino
  • Cocco a scaglie: 1 cucchiaio
  • Alloro: 1 foglia
  • Brodo di verdure
  • Coriandolo fresco: qualche fogliolina
  • Latte di cocco: 400 ml
  • Amchoor (polvere di mango verde): un pizzico
  • Semi di cumino
  • Olio

Per servire: riso pilaf

2-3 porzioni abbondanti


Mondare il cavolfiore e dividerlo in cimette. Lavare e pelare la patata, tagliarla a pezzetti. Mettere a bagno il tamarindo in 50 ml di acqua calda.

Tritare lo spicchio di aglio con lo zenzero. Affettare sottilmente la cipolla.

Versare 3-4 cucchiai di olio in una pentola alta. Unire il trito di aglio e zenzero. Quando comincia a sfrigolare, aggiungere la cipolla, il cocco a scaglie e i semi di senape. Far andar a fiamma vivace fino a che la senape scoppietti; mettere quindi in pentola il concentrato e le spezie. Continuare a mescolare per tostare le spezie, quindi versare nella pentola le patate. Rosolarle bene, bagnare con un bicchiere scarso di brodo e fa cuocere per ca 10-12 min.

Aggiungere anche il cavolfiore, il latte di cocco, l’alloro e il tamarindo con la sua acqua, fatto passare attraverso un colino per recuperare più polpa possibile. Salare, abbassare la fiamma e portare a cottura (ca 25 min).

A metà cottura, unire le foglie di coriandolo tritate. Per finire, spolverare con un pizzico di amchoor e servire con riso pilaf ben caldo e semi di cumino tostati.

Tips&Tricks:

  • Il piatto ha una tendenza dolce, dovuta al cocco ma anche al cavolfiore; l’amchoor, così come il tamarindo, serve a bilanciare la dolcezza con una punta fresca e aspra. Se non lo trovate, usate del lime
  • La polpa di tamarindo so trova facilmente nei negozi di specialità etniche. Può essere sostituita dal tamarindo fresco (che ormai c’è anche al supermercato)
  • Per un riso pilaf perfetto, occorre sciacquare sempre il riso per diverse volte, fino a che l’acqua non sia trasparente

2 pensieri riguardo “Veg curry di cavolfiore e patate (come a Mangalore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.