Gratin di pesce e verdure al Prosecco

Capitano giorni in cui il cervello – soprattutto la parte creativa – sembra essere intorpidito. Addormentato. Sarà un po’ di sconforto per la situazione, ormai in ridicolo stallo, che stiamo trascinando da mesi. Sarà che il freddo dell’inverno dopo Natale reca solo fastidio. Sarà il tanto lavoro. Sarà…

Comunque, il fatto è che mangiare bisogna mangiare e in ogni caso non riesco a mettere in tavola la “solita” pasta “veloce” (che nessuno di noi ama particolarmente). Il giro al supermercato, fatto in venti minuti rubati alla pausa pranzo, qualche spunto lo porta sempre… e ci si accontenta, in attesa che si possa tornare a “sfrucugliare” dai produttori locali e in giro per mercatini tipici a caccia di leccornie inusuali.

Stavolta ho trovato dei bei tranci di merluzzo nordico, sodi e grandicelli, e mi è venuto in mente questo piatto: un po’ francese e un po’ nordico, ricco e saporito, per scaldare una serata particolarmente gelida.

Accompagnatelo con pane tostato e una bella insalata e naturalmente col Prosecco che vi avanza 😉

Ingredienti:

  • Pesce bianco (ad es. merluzzo): 300 g.
  • Gamberi: una decina, puliti e sgusciati
  • Porro: uno piccolo
  • Carote: 2
  • Piselli: 3-4 cucchiai
  • Una foglia di alloro
  • Un rametto di timo
  • Aneto secco: 1/2 cucchiaino
  • Prosecco: 1/2 bicchiere
  • Sale, pepe
  • Latte: q.b. (150 ml ca)
  • Due cucchiai di farina
  • Sale, pepe, noce moscata
  • Olio extravergine di oliva
  • Una nocina di burro
  • Emmenthal svizzero o Gruviera

Spellare il merluzzo e tagliarlo a tocchi. Sgusciare i gamberi, togliere bene il budellino e sciacquarli.

Mondare le verdure e tagliare tutto a dadini piccoli. Far appassire le verdure in un filo d’olio ben caldo. Stufare fino a che siano tenere. Unire quindi il pesce con il timo e l’alloro. Sfumare con il Prosecco e portare a cottura.

Ungere una pirofila da forno con un filo di burro e spolverare di pangrattato. Prelevare il composto di pesce e verdure con una schiumarola, in modo da lasciare il sughino rilasciato in cottura, e sistemarlo nella pirofila.

A parte, mescolare il sughino di cottura rimasto con latte sufficiente ad arrivare a 200 ml. In un pentolino sciogliere la farina con i liquidi, amalgamando perfettamente per evitare grumi. Salare leggermente, unire un pizzico di noce moscata e portare su fuoco dolce finché non si addensi. Fuori dal fuoco unire un dadino di burro.

Versare la salsa sul composto di pesce e verdure. Cospargere con il formaggio grattugiato a scaglie grosse.

Infornare finché la superficie sia ben gratinata e dorata.

Tips&Tricks

  • Preferibile usare pesce fresco; se fosse surgelato, farlo scolare bene ed eventualmente tamponarlo con della carta da cucina prima di cucinarlo
  • E’ ottimo anche preparato con pesce di lago (trota, salmerino etc)
  • Come verdure potete utilizzare anche zucca, verza, broccoli, funghetti …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.