Pasta fresca · Primi

Raviolo liquido di pecorino di fossa, pomodorini al miele, pinoli e limone

raviolo liquido

Ho zappato tutti i vasi che ho sul balcone, e ne ho aggiunti di nuovi. Seminato erbette e fiori, potato i mandarinetti e concimato. E adesso?…

Adesso si impasta. Un tipo di pasta che richiede indubbiamente più tempo del nomale, viste le “decorazioni”.

Non sono mai stata brava nei lavoretti domestici, sono un disastro coi disegnini e le cose frou frou. Riesco certamente meglio a disossare un pollo o a sfilettare pesci, trinciare ossa, quelle cose lì. Abbellimenti e decorazioni sono qualcosa che solo in tempi come questi possono attivare qualche tipo di interesse in  me 😀

Comunque, il vero trucco qui è il ripieno: che prima è solido (ovvero gelatinato), e poi, con il calore, magicamente si ritrasforma in una morbida e vellutata fonduta di pecorino, avvolgendo la pasta (colorata o meno) in un saporito e godurioso abbraccio.

In verità, il ripieno in questo caso fa (anche) da condimento; per una nota di sapore e colore in più due pomodorini arrosto non si negano a nessuno, eh…

raviolo liquido

Ingredienti:

Per la sfoglia:

  • Semola rimacinata: 150 g.
  • Uova: 1
  • Spinaci disidratati: 1 cucchiaino
  • Concentrato di pomodoro: 1 cucchiaino

Per il ripieno:

  • Latte: 200 ml
  • Pecorino di fossa: 40 g.
  • Maizena: 1 cucchiaino
  • Pepe nero
  • Noce moscata
  • Agar agar: 2 g.

Per il condimento:

  • Pomodori datterini: una manciata
  • Miele
  • Aglio: 1 spicchietto
  • Timo fresco
  • Scorza di limone
  • Pepe nero
  • Sale
  • Zucchero di canna
  • Una manciata di pinoli
  • Olio extravergine di oliva

Per 9  ravioli molto grandi


raviolo liquido

Per prima cosa, preparare il ripieno. Grattugiare o tritare il pecorino. Sciogliere l’amido in un goccino di latte freddo, quindi unire il latte restante. Portare sul fuoco e, una volta tiepido, aggiungere il formaggio, noce moscata, pepe ed un pizzico di sale (ma può non essere necessario, il pecorino è comunque saporito). Appena sfiora il bollore, versare la polvere di agar, avendo cura di scioglierla perfettamente. Far bollire ancora, a fiamma bassa, per 2-3 minuti, quindi ritirare dal fuoco e versare negli stampi (io rotondi da ca 6,5 cm di diametro). Far rassodare a temp. ambiente, quindi passare in frigo per qualche ora.

Per la sfoglia: impastare semola e uovo (potrebbe occorrere anche un goccino di acqua, ma sempre pochissima: l’impasto deve essere molto sodo). Dividerlo in due ciotoline; ad uno aggiungere la farina di spinaci con un goccino di acqua, all’altra il concentrato. Amalgamare bene e far riposare le palline avvolte in pellicola per almeno mezz’ora.

Riprendere l’impasto e tirare la sfoglia rossa. Da quella verde ricavare delle tagliatelle, da applicare con un goccino d’acqua sulle sfoglie rosse, ottenendo un  motivo a quilt.

raviolo liquidoCoppare i ravioli (coppapasta da 10 cm); staccare i ripieni gelificati dagli stampi e disporli sui cerchi di pasta. Chiudere bene i ravioloni e metterli ad asciugare su una gratella.

Per il condimento: lavare e tagliare i datterini a filetti. Versarli in una teglietta da forno e condirli con pezzettini di aglio, il timo, scorza di limone grattugiata, sale, olio extravergine e un filo di miele.

Farli arrostire in forno ventilato a 160°.

Tostare i pinoli a secco in un padellino (attenzione perché bruciano in fretta).

Lessare i ravioloni in una pentola ben larga (ci vorranno 7-8 minuti almeno), quindi scolarli uno per uno con un ramaiolo forato. Disporli nei piatti e guarnire con i pomodorini e i pinoli. Servire con un giro di olio a crudo e una macinata di pepe.

raviolo liquido

Tips&Tricks

  • Per la sfoglia: l’ho già detto, per me sempre e solo semola. La tenuta in cottura è perfetta  e il profumo non ha paragoni rispetto alla farina
  • L’agar agar si trova ormai facilmente anche nei supermercati

raviolo liquido

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.