Primi · Riso

Risotto al Roquefort, susine e fiori di lavanda

 

risotto susine lavanda roquefort

La passione è passione: non si spiega, si può condividere fino ad un certo punto (le persone prive di passioni tendono ad interessarsi generalmente a quello che conoscono già… ). Insomma, diciamolo: chi ha una VERA passione alla fine è un po’ un freak, agli occhi degli “altri”.

Io sono probabilmente la più freak di tutti, perché di passioni ne ho più di una – il running, la cucina creativa, i formaggi, l’hard rock anni ’70…

E il risotto. E quando dico passione, dico che non posso fermarmi ad un banale risotto coi funghi o con lo zafferano. Il risotto è ricerca perenne: di accostamenti, profumi, sapori che si fondono in una sorta di perfetta armonia.

Perciò, quando vedo un risotto fatto male, sento un profondo fastidio fisico, una sofferenza.

Per questo guardo sempre meno certi blog e certe foto: perché i miei occhi vedono tutt’al più minestroni malcotti e risi sbagliati (il parboiled, vi rendete conto??). Un buon risotto parte da un riso di qualità, e io stavolta ho scelto il Tradizionale di Risoinfiore. Come dire: sulla materia prima non si sgarra. Mai.

risotto susine lavanda roquefort

Ingredienti:

  • Riso Gloria Tradizionale, 150 g.
  • Brodo vegetale, 450 ml ca
  • Cipollotto o scalogno, uno spicchio
  • Vino bianco secco
  • Roquefort, 30 g.
  • Sale, pepe nero
  • Un cucchiaino di fiori di lavanda
  • Un paio di susine (nere, ma anche rosse)
  • Burro

Per 2 porzioni


Tritare lo scalogno e farlo appassire nel burro. Tostarvi il riso.

Sfumare con il vino bianco, quindi cuocere aggiungendo man mano il brodo bollente.

Tagliere le susine a dadini; aggiungerne una parte a metà cottura, e il resto a cottura ultimata, fuori dal fuoco, unendo anche il Roquefort e la lavanda. La cottura deve essere “all’onda”, quindi il risotto deve risultare cremoso ( e non brodoso), ben legato e assolutamente non stracotto.

Servire caldissimo con una bella macinata di pepe.

risotto susine lavanda roquefort

Tips&Tricks

  • Ho usato fiori di lavanda del mio balcone, che ho fatto essiccare all’ombra: con questo caldo si sono seccati in poche ore… Ma si possono usare anche freschi
  • Se non trovate il Roquefort, potete sostituirlo con una gorgonzola piccante

risotto susine lavanda roquefort

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...