Primi · Verdura · Zuppe

Crema di cavolfiore al passito con pesto di frutta secca, pomodori, rosmarino e limone

 

crema di cavolfiore

Detesto cuocere il cavolfiore perché, onestamente, PUZZA! Ma è così buono, però… e comunque non c’è escamotage che tenga, è un vegetale odoroso, ma non per questo ci rinuncio: fa bene, è di stagione, ed acconciato come si deve è una vera delizia.

In questa stagione, ogni tanto da queste parti si presentano giornate di sole che sembra primavera: temperature gradevoli, cielo azzurro, appena un po’ di vento e le prime fioriture del calicanto, così profumato da imbrogliarti e farti credere che il peggio sia passato… Ma alla mattina presto e alla sera le temperature sono ancora sotto zero!

Quindi viene davvero voglia di piatti caldi e confortevoli (io, però, non amo molto i piatti freddi nemmeno d’estate…), ma brodaglie insignificanti e i soliti minestroni – ahimè – non fanno proprio per me. A dirla tutta, sono un po’ stufa anche delle solite zuppe di legumi, per dire…

crema di cavolfiore

Le mie “zuppe” sono dense, creamy, sempre arricchite di spezie, frutta secca, verdure e spesso anche carni e formaggi. Questa è anche semplice, perfino vegan: ma ricca di sapore e di consistenza, grazie ad una salsa speciale fatta di frutta secca e pomodori disidratati e all’aroma inconfondibile del Passito.

Un tocco mediterraneo, poi, stavolta non manca, col profumo del limone e del rosmarino.

Ingredienti:

  • Cavolfiore bianco, 1 medio
  • Patata, 1 piccola
  • Frutta secca mista (arachidi, anacardi, mandorle…), 40 g.
  • Pomodori secchi, 2-3 falde
  • Aglio, uno spicchio
  • Cipollotto
  • Rosmarino fresco, un rametto
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale, pepe
  • Semi di cumino, 1/2 cucchiaino
  • Vino Passito, un bicchierino
  • Brodo vegetale, q.b.
  • Limone (bio)

Per 2 porzioni


Mondare e sciacquare il cavolfiore e dividerlo in cimette. Pelare la patata ed affettarla.

In una casseruola versare un filo di olio extravergine, i semi di cumino e il cipollotto tritato. Far andare qualche minuto, quindi unire il cavolfiore e la patata e rosolare bene nel condimento. Sfumare col Passito, abbassare la fiamma e coprire con il brodo vegetale.

Mentre la verdura cuoce, far intiepidire 3 cucchiai di olio con un rametto di rosmarino e l’aglio spremuto.

Tostare la frutta secca in un padellino, quindi trasferirla in un processor e frullarla con le falde di pomodoro secco e l’olio al rosmarino, fino ad ottenere una salsa densa.

Passare con un frullatore ad immersione la crema (se fosse troppo densa, allungare con un goccino di brodo) ed aggiungere il succo e la scorza di limone.

Servire con una bella cucchiaiata di pesto ed altro rosmarino tritato.

crema di cavolfiore

Tips&tricks

  • Per creme, vellutate & Co. aggiungere sempre i liquidi man mano: si fa sempre in tempo ad allungare con un po’ di brodo, mentre addensare una crema liquida è sempre più complicato
  • Il piatto si può preparare in anticipo, basta poi scaldare la crema (aggiungendo magari un goccino di brodo tenuto da pare) e servire con la salsa

crema di cavolfiore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...