Etnico&Fusion · Piatti unici

Pulled pork con pane ai cereali e rosmarino

pulled pork

Io lo ammetto: ci sono alcune specialità americane per le quali io – letteralmente – sbavo. Le chowder, ad esempio, la Pumpkin Pie, la Rib-eye… e oddio! ce ne sarebbero ancora parecchie…

Questa, però, è un must: carne di maiale cotta a bassa temperatura per moooolto tempo, in modo che diventi tenerissima. Ormai conosciutissima anche da noi, io la mangiai per la prima volta una ventina di anni fa, a Boston, quindi nemmeno nella sua vera “patria”, e comunque mi parve una delle sette meraviglie del mondo.

pulled pork

Oltre al barbecue, c’è anche un modo più semplice per preparare questo succulento piatto di carne: usando la famosa (e americanissima) Crock-Pot 😉 Di certo non è una novità né una ricetta gourmet, ma ci sono un paio di trucchetti con i quali anche a casa può riuscire perfetto.

Tra l’altro, questo è poi un piatto economico (oltre che buonissimo): serve infatti un taglio di carne non nobilissimo, e davvero poco costoso (io o amo molto).

pulled pork

Ingredienti:

Per la carne:

  • Arrosto di maiale (coppa), 700 g. ca.
  • Salsa barbecue, 100 ml
  • Aceto di mele, 3 cucchiai
  • Brodo di carne, 100 ml ca.
  • Maizena, 1 cucchiaino
  • Zucchero di canna, 1 cucchiaio
  • Senape, 1 cucchiaio
  • Salsa Worcestershire, 1 cucchiaio
  • Paprika affumicata, 1 cucchiaio
  • Cipolla, 1 media
  • Aglio in polvere
  • Una foglia di alloro
  • Grani di pepe nero
  • Bacche di ginepro
  • Sale

Per i buns:

  • Farina ai cereali, 100 g.
  • Farina manitoba, 100 g.
  • Lievito di birra secco, 1 g.
  • Olio, 25 ml
  • Zucchero, 2 g.
  • Sale, 2 g.
  • Un rametto di rosmarino
  • Acqua + latte, 90 ml ca.
  • Uovo, 30 g. (una metà ca., tenere il resto per la finitura)

Per 4 panini


pulled pork

Il giorno prima impastare i buns: nella ciotola dell’impastatrice versare le farine, l’olio, lo zucchero, l’uovo e il lievito. Avviare la macchina ed inserire i liquidi. Impastare per ca 5-6 min., quindi unire il sale e il rosmarino tritato. Lavorare ancora finché l’impasto non si aggrappi al gancio, quindi rovesciarlo sulla spianatoia e formare una palla. Sistemarla in una ciotola leggermente unta di olio, chiudere con pellicola e lasciar partire bene la lievitazione (un’ora ca.), quindi passare in frigo fino al giorno dopo.

pulled pork

L’indomani togliere l’impasto dal frigo e farlo raddoppiare. Dividerlo quindi in 4 porzioni di pari peso e formare con ciascuna delle palline regolari. Sistemarle sulla placca del forno, appiattirle leggermente e lasciarle di nuovo raddoppiare sotto un canovaccio umido. Accendere il forno a 180°; spennellare i panini con l’uovo rimasto ed infornarli per ca 20 min. Sfornarli e lasciarli raffreddare su una gratella (*).

Intanto, preparare la carne: pararla bene togliendo il grasso in eccesso. In una ciotolina mischiare la paprika con un pizzico di sale e un pizzico di aglio in polvere. Praticare qualche taglietto nel pezzo di carne, quindi sfregarlo bene con la mistura preparata.

Tritare la cipolla e versarla sul fondo della pentola. Disporvi la carne. A parte, in una scodella, mescolare tutti gli ingredienti (eccetto la maizena), e versare il tutto sulla carne. Unire l’alloro, chiudere il coperchio e cuocere su Low per ca. 5 ore.

Una volta pronta, togliere la carne dalla pentola e “sfilacciarla”. Prelevare il fondo di cottura, versarlo in un pentolino e scioglievi la maizena. Mescolare su fuoco dolce finche la salsa non si addensa (ci vogliono pochi minuti). Rimettere la carne in pentola con parte della salsa e tenere in caldo.

Intanto, tagliare i panini (a metà ma non del tutto) e riempirli di carne.

Servire con coleslaw e patate dolci al forno e la salsa rimasta a parte.

pulled pork

Tips&Tricks

  • Il pulled pork ha bisogno di un pane diverso da quello per hamburger: deve essere soffice ma non “sbricioloso”, o si disintegra non appena si imbeve della salsa. Questo pane ai cereali è la combinazione perfetta di morbidezza e … resistenza, per poter gustare al meglio il vostro panino 🙂
  • (*) I buns, una volta messi a raffreddare sulla gratella, vanno coperti con il classico “ombrellino” su cui poggiare un leggero canovaccio: in questo modo si evita che la crosta rimanga troppo croccante
  • La cottura della carne è semplicissima. II “trucco” della maizena serve a rendere la salsa densa e cremosa

pulled pork

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...