Etnico&Fusion · Pasta fresca · Piatti unici

Momo – Ravioli nepalesi di pollo con achar al pomodoro

Paese che vai, raviolo che trovi.

momo

Forse dovrei aprire un’altra sezione nel blog, da dedicare ai “ravioli dal Mondo” 😀
Questi li ho provati in un ristorante nepalese e mi sono interessata alla loro orignine, alle loro caratteristiche. I momo sono tipici delle regioni himalayane dell’India – Tibet, Nepal, Buthan – e sono originari della valle di Kathmandu, dove una popolazione di mercanti indigeni li ha poi “esportati” in altre regioni dell’India, viaggiando per affari.

Sono tradizionalmente ripieni di carne (anticamente bufalo, ora pollo, maiale e/o agnello) e spezie, e serviti con salse più o meno piccanti (chiamate achar) di accompagnamento.

momo

La diaspora subita dai nepalesi li ha poi fatti conoscere al mondo, ma fino agli anni 2000 i Momo sono rimasti una vera e tipica tradizione himalayana.

Mo, nel dialetto Newari, significa “vapore”, e infatti quesi ravioloni sono cotti per l’appunto a vapore.

Ingredienti:

Per l’achar:

  • Pomodori (ramati o da insalata), 3 grossi
  • Cipolla tritata, 2 cucchiai
  • Aglio tritato, uno spicchio
  • Zenzero fresco grattugiato, 1 bel cucchiaio
  • Coriandolo fresco tritato, 1 cucchiaio
  • Peperoncino macinato, a gusto
  • Semi di fienogreco
  • Menta tritata, 1 cucchiaino
  • Un pizzico di sale
  • Un pizzico di zucchero
  • Una macinata di pepe (di Sichuan)
  • Olio (di semi o di oliva leggero)

Per i momo:

Pasta:

  • Farina 0, 120 g.
  • Acqua q.b.
  • Olio, un goccino
  • Un pizzico di sale

Ripieno:

  • Carne di pollo macinata, 200 g.
  • Coriandolo fresco tritato, 1 cucchiaio
  • Aglio tritato, uno spicchio
  • Zenzero fresco grattugiato, 1 bel cucchiaio
  • Cipolla tritata, 2 cucchiai
  • Coriandolo macinato
  • Cumino macinato
  • Curcuma
  • Sale, un pizzico
  • Una macinata di pepe (di Sichuan)
  • Olio (o burro fuso), 1 cucchiaino

Per 15 pezzi grandi


Per prima cosa, preparare l’achar: sbollentare i pomodori, spellarli e tagliarli a pezzi (togliendo l’eccesso di semi e parti acquose).

Scaldare l’olio con lo zenzero e l’aglio; quando il tutto sfrigola, unire il pomodoro, le spezie e un pizzico di sale e uno di zucchero. Aggiungere quindi menta e coriandolo tritati e cuocere a fuoco medio fino a quando la salsa si addensa. Lasciar intiepidire, quindi frullare e conservare al fresco.

momo

Per il ripieno, riunire in una ciotola tutti gli ingredienti, lavorando con le mani per amalgamare bene il tutto. Coprire con pellicola e tenere al fresco un paio d’ore, in modo che tutti i sapori e i profumi si sviluppino per bene.

Per la pasta, setacciare le farine, unire il sale e l’olio e cominciare a lavorare inserendo l’acqua a filo, ottenendo un impasto soffice ma non appiccicoso. Avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare una mezz’ora.

Passato questo tempo riprendere l’impasto, stenderlo col mattarello (o meglio con la macchina per la pasta) molto sottile e ritagliare dei cerchi di diametro 9-10 cm. Su ogni cerchio posare un bel cucchiaio di ripieno (devono essere ben pieni) e richiuderli “pizzicando” la pasta procedendo in senso antiorario – bisogna lasciare la parte centrale aperta, in modo che il vapore penetri e cuocia perfettamente la carne.

momoPer la cottura, portare sul fuoco una pentola sulla quale vada a misura il cestello del vapore. Appena comincia a sobbollire, coprire con il coperchio. Foderare i cestelli con alcune foglie (di lattuga o di verza) e posizionare i momo. Inserire i cestelli sul vapore e cuocere per ca. 15-18 minuti.

Servire subito con la salsa di accompagnamento a temperatura ambiente.

momo

Tips&Tricks

  • Non lesinate con spezie ed erbe: sono quelle che danno un sapore ed un profumo particolari, del tutto diverso dai dumpling cinesi (per fare un esempio)
  • I momo formati possono essere riposti nei cestelli del vapore e chiusi con il coperchio: in questo modo non secccheranno. A differenza dei nostri ravioli, infatti, la pasta deve rimanere morbida o al vapore non cuoceranno bene
  • Potete cuocere i momo con anticipo, basta lasciarli nella vaporiera. AL momento di servire, date una scaldata e saranno perfetti
  • Foderare sempre i cestelli con foglie (di porro, lattuga, verza …), altrimenti si attaccheranno
  • Questo è uno dei due tipi tradizionali di achar per questo piatto; in alternativa, quello alla menta (prossimamente sul blog 🙂 )

momo

Annunci

3 risposte a "Momo – Ravioli nepalesi di pollo con achar al pomodoro"

  1. Abbiamo preparato i Momo per cena questa sera: ci siamo quasi!! Ma erano già squisiti cosi 😉 Grazie Alessia per le tue stimolanti e gustose ricette! Max e Ele

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...