lievitati · Lievito madre

Pan bauletto semplice con li.co.li.

panbauletto

Ecco a voi il pane salva-colazione, salva-merenda e salva-spuntini!

Soffice, ma con una bella fetta compatta che regge bene il tostapane e anche la più bio delle marmellate (…sono più liquide…), profumato e senza quel tremendo retrogusto alcolico che contraddistingue i prodotti indutriali.

panbauletto

Io che ho sempre odiato il pancarré del supermarket (odio anche i toast, se è per quello, ma questa è un’altra storia… :D) con questo pane morbidoso e … spalmabile ho ritrovato la voglia di farmi un tramezzino come si deve. Per colazione è imbattibile, e ne tengo sempre una scorta in freezer, già tagliato, pronto per essere passato pochi minuti nel tostapane e spalmato con una delle mie marmellate.

panbauletto

Ingredienti:

  • Farina tipo 1, 100 g.
  • Farina manitoba, 200 g.
  • Malto, 5 g.
  • Zucchero, 20 g.
  • Sale, 3 g.
  • Acqua, 210 ml
  • Li.co.li, 50 g.
  • Olio di oliva leggero, 15 g.
  • Latte in polvere, 5 g.

panbauletto

Porre gli ingredienti secchi ben miscelati in una ciotola. Unire il li.co.li. e 150 ml di acqua a temp. ambiente, cominciando ad impastare, e l’olio. A filo continuare ad aggiungere il resto dell’acqua (potrebbe volercene di più o di meno, in base all’assorbenza delle farine. A me è servita tutta). L’impasto sarà inizialmente appiccicoso. Quando comincia ad essere omogeneo, rovesciarlo sulla spianatoia e fare qualche giro di pieghe stretch&fold, quindi farlo a palla e lasciarlo riposare sulla spianatoia, sotto la ciotola, per una ventina di minuti.

Riprendere l’impasto, che sarà ora molto soffice. Con le mani leggermente unte di olio, continuare ad impastare, evitando di usare fariina (non sarà necessaria). Ripetere le pieghe e lasciar riposare sotto la ciotola per altri venti minuti.

Passato questo tempo, sempre con la mani unte di olio, impastare portando al velo (non ci vorrà molto, a questo punto la maglia glutinica sarà elastica e l’impasto liscio e setoso). Pirlare l’impasto, formare la palla e porlo a lievitare in una ciotola leggermente unta di olio e chiusa con pellicola, al caldo (idealmente, temp. intorno ai 28°, il forno con la lucina accesa va benissimo).

Quando l’impasto comincerà a gonfiarsi (possono volerci 3-4 ore, dipende dalla temperatura), passare la ciotola in frigo, anche per tutta la notte.

Il giorno dopo, togliere l’impasto dal frigo, lasciar ripredendere la lievitazione fino ad arrivare quasi al raddoppio.

panbauletto

Allargare l’impasto sulla spianatoia in forma di rettangolo; arrotolarlo dal lato corto e disporlo in uno stampo da plumcake. Lasciarlo lievitare ancora fino ad un cm dal bordo. Spennellarlo con latte ed infornarlo in forno già caldo a 170°, con un pentolino di acqua sul fondo, per 35 min. circa.

Se si scurisse troppo in cottura, coprire con un foglio di alluminio. Appena uscito dal forno, spennellarlo ancora con un goccino di latte e farlo raffreddare bene prima di affettarlo.

Tips&Tricks

  • Una volta cotto, porlo a raffreddare su una gratella, protetto dal classico “ombrellino” di tulle su cui appoggeremo un canovaccio leggero: in questo modo, il pane rimarrà morbidissimo!
  • Se volete un pane bachissimo e più “fine”, sostituite la Farina 1 con una 0 (che peràò è meno saporita…)
  • Una volta raffreddato, si può tagliare a fette e congelare. Basta tirarlo fuori ed infilarlo nel tostapane, oppure lasciarlo scongelare, farcirlo e tostarlo

panbauletto

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...