Brioches&Croissants · Colazione · lievitati · Lievito madre

Treccine morbidissime allo yogurt

Ci sono poche cose a cui non rinuncerei mai: ad esempio i libri, correre e le brioche.

Impastare, formare, cuocere… e la casa che sembra una pasticceria, quel profumo di cose buone, che, insieme a quello del caffé appena fatto, si avvicina a quello che deve essere l’odore del paradiso, credo.

treccine allo yogurt

Comunque, per essere concreti, questo è un impasto fe-no-me-na-le: di una morbidezza incredibile, ma proprio soffice,  e sì, c’è lo yogurt, ma dietetico non è, non illudetevi… ma io odio le cose dietetiche, godetevi queste treccine perchè sono davvero una meraviglia (e alla dieta ci pensate un’altra volta).

Ingredienti:

  • Farina manitoba, 225 g.
  • Farina 0, 50 g.
  • Yogurt intero bianco, 100 g.
  • Acqua, 30 ml (ca – se si usa il licoli, potrebbe non servire)
  • Un uovo
  • Zucchero, 65 g.
  • Burro, 40 g.
  • Licoli, 50 g. oppure 1,5 g. di lievito di birra secco
  • Acqua di fior d’arancio
  • Buccia di limone grattugiata
  • Un pizzico di sale
  • Latte e zucchero semolato per la finitura

Per 8 pz


Lasciare ammorbidire il burro, quindi unire l’acqua di fior d’arancio e la buccia di limone.

In una scodella riunire l’uovo, lo yogurt e lo zucchero e mescolare bene.

Porre questo composto nella ciotola della planetaria, unire le farine setacciate, il lievito (licoli oppure lievito di birra) ed avviare l’apparecchio. Aggiungere l’acqua (se necessaria), quindi il burro aromatizzato morbido, un pezzetto alla volta, facendolo bene assorbire. Per ultimo il sale. Lavorare fino a che l’impasto si aggrappa al gancio, quindi trasferirlo sulla spianatoia. Sarà morbido, quindi procedere così: fare alcuni giri di pieghe stretch&fold, farlo a palla e lasciarlo riposare sotto la ciotola capovolta. Dopo una ventina di minuti, riprendere l’impasto e continuare a lavorarlo fino ad ottenere una massa liscia, lucida e incordata: tirando un lembo della pasta, dovrà fare il velo. Porla in una ciotola, coprire con pellicola e lasciar raddoppiare.

(Alla fine della prima lievitazione possiamo passare la ciotola con l’impasto in frigo per una mezz’oretta, in modo da rendere più facile la formatura.)

treccine allo yogurt

Dividere l’impasto in otto parti di uguale peso e lavorare ogni pezzo ottenendo un serpentello di pasta; attorcigliarlo su se stesso e mettere la treccina sulla placca del forno copet di foglio antiaderente.

Coprire e far lievitare di nuovo.

Spennellare di latte e cuocere in forno caldo a 180° per ca 12′.

Una volta fuori dal forno, spennellare nuovamente di latte e passare nello zucchero semolato.

treccine allo yogurt

Tips&Tricks

  • Come ho già avuto modo dire, io riesco meglio a incordare a mano (specie con quantitativi ridotti): “sento” di più la pasta, controllo il velo e soprattutto non scaldo troppo l’impasto (come succede con una planetaria decisamente non-“pro” come la mia). Ovvimanete occore un minimo di manualità in più e la conoscenza della tecnica delle “pieghe” (ma per chi è interessato su youtube si trovano molti video)
  • Una volta tolte dal forno e passate nello zucchero, io le metto du una gratella e copro con l'”ombrelino” di tulle sul quale appoggio un canovaccio pulito: così mi tiene quel minimo di umidità che lascia le brioche ancora più soffici.

treccine allo yogurt

treccine allo yogurt

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...