Rolls “bretoni” con crudo di salmone marinato al Pernod

Premessa: le Crêpes classiche non mi piacciono granché oggi. Tuttavia, è forse il primo piatto “serio” che ho cucinato per mio papà, qualcosa come più di 30 anni fa. Mi ricordo che ci misi besciamella e prosciutto, credo, insomma un bel mappazzzzone, direi oggi. Ma gli piacquero, o fece finta, chissà. Non abbiamo più avuto…

Treccine morbidissime allo yogurt

Ci sono poche cose a cui non rinuncerei mai: ad esempio i libri, correre e le brioche. Impastare, formare, cuocere… e la casa che sembra una pasticceria, quel profumo di cose buone, che, insieme a quello del caffé appena fatto, si avvicina a quello che deve essere l’odore del paradiso, credo.

Risotto ai lupini con infuso di scorze di cedro

Questo è un risotto MOLTO speciale: non c’è nemmeno un cucchiaio di brodo, è cotto esclusivamente con il liquido di cottura dei lupini e un profumatissimo infuso di scorza di cedro.

Girelle variegate al lampone

Vado matta per le brioche “arrotolate”. La forma a spirale, che si avvolge su se stessa ed intorno ad un delizioso ripieno, è la mia preferita. La morbidezza e il profumo di queste brioche fa sembrare la casa il retrobottega di un fornaio, di quelli bravi, però….

Lasagnette alla farina di carote con piselli freschi, noci e salvia

Alla pasta fresca non si può rinunciare, nemmeno d’estate, col caldo che preme ma quella luce… oh, quella luce che entra dalle finestre aperte mentre impasti, e pregusti il risultato e la felicità di chi ti sta vicino… Vabbé, un bel prendisole e sotto col mattarello!

Mini croissant di mezza sfoglia al cocco e cioccolato fondente

Impastare e sfogliare. Piegare, tagliare, arrotolare. Forno rovente, sì, d’estate non la cosa più piacevole, ma insomma c’è qualcuno che può resistere al profumo del burro buono, della sfoglia leggerissima, che come la mordi si sfalda in briciole croccanti?