lievitati · Lievito madre · Piatti della tradizione · Prodotti del Territorio

Pan meino, il dolce delle estati brianzole

Per me, il dolce più buono del mondo. E anche quello con più versioni, quasi tutte … fuori tema. Questo è un dolce antico, rustico, che da bambina prendevamo dal prestinaio come merenda nei mesi estivi.

Appunto, dal prestinaio e nei mesi estivi: tutte le versioni che comprendono “lievito per dolci”, “vaniglia”, o che sono SENZA fiori di sambuco, beh, non sono pan meini 🙂

 

pan meini

La bontà di questi “pani” risiede proprio nel profumo dei fiori di sambuco, raccolti e fatti seccare al sole e uniti ad un impasto che, come unica deroga moderna, ammette l’uso della farina di mais invece di quella di miglio. Ma sono pani rustici, fatti solo col ilievito del pane appunto, oppure, come alternativa di emergenza quando non ne avanzava, con il cremore, altro lievito usato una volta per torte e biscotti.

La farina di mais è senza glutine, in teoria fa fatica a lievitare sviluppando mobidezza… eppure, con questa ricetta e un buon lievito madre il risultato è un meino sofficissimo, una nuvoletta…

Ingredienti:

  • Farina di mais tipo Fumetto, 100 g.
  • Farina manitoba, 50 g.
  • Farina 0, 50 g.
  • 1/2 uovo
  • Zucchero, 65 g.
  • Burro, 30 g.
  • Latte, 70-80 g.
  • Li.co.li, 20 g.
  • Fiori di sambuco essiccati, 3 bei cucchiai + un po’ per la finitura
  • Sale

Per 5 meini


Preparare la biga: mischiare la farina manitoba con la 0 e prelevarne 50 g. In una ciotolina unire le farine, il li.co.li. e 25 g di acqua. Impastare bene e lasciar gonfiare fino al raddoppio.

Fondere il burro ed intiepidire il latte.

In una ciotola porre le restanti farine ben miscelate, la biga spezzettata, il mezzo uovo battuto, lo zucchero e i fiori di sambuco. Cominciare ad impastare unendo il burro fuso e freddo, il sale e il latte (oppure un misto tra acqua e latte), a filo – potrebbe volercene un po’ di più o di meno.

Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo – non si incorda e non deve “fare il velo”. Farlo a palla e lasciarlo lievitare. Quando l’impasto sarà quasi raddoppiato, sarà molto morbido; passarlo in frigo per qualche ora.

pan meiniAlla sera riprendere l’impasto, farlo acclimatare e poi e dividerlo in 5 pagnottelle. Appiattirle leggermente e porle sulla placca del forno. Scaldare poco latte con un pezzettino di burro, spennellare le pagnottelle con questo composto, coprirle con pellicola e lasciar lievitare anche tutta la notte.

Al mattino, spennellare di nuovo i meini con il latte e burro, spolverarli coi fiori di sambuco e coprirle con abbondante zucchero semolato.

Infornare a forno caldo a 180° e cuocere per ca 15′.

pan meini

Tips&Tricks

  • I fiori di sambuco vanno colti al mattino o alla sera, lontano da strade e smog (i boschi sono pieni!), e fatti seccare al sole – o in alternativa, essicatore oppure il forno a 50° ca. Si conservano in una scatola di latta foderata con carta forno
  • Io trovo sia meglio usare la farina di mais tipo Fumetto, che è la più sottile; se non la trovate, può andare anche una Fioretto, magari passata velocemente in un mixer potente per provare a polverizzarla un po’ di più
  • Con la biga si ottiene un prodotto molto più soffice, leggero, specialmente in questo caso in cui è presente la farina di mais
  • I pan meini si conservano nel sacchetto del pane per un paio di giorni. A me però piacciono anche un po’ secchini, pucciati nel latte a colazione…

pan meini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...