Antipasti · Secondi

Terrina di faraona e nocciole al passito con salsa di albicocche

Un piatto ricco, raffinato, che profuma di Natale… Da servire come antipasto o come secondo piatto, con un’insalata fresca o verdure al vapore. La salsa di albicocche è assolutamente di-vi-na, dolce e aromatica grazie al vino passito – che è la nota dominante della ricetta.

terrina di faraona

 

Ingredienti:

Per la terrina:

  • Mezza faraona
  • Carne macinata mista (manzo e maiale), 150 g.
  • Lardo pancettato, 50 g (in una sola fetta)
  • Panna fresca, 70 ml.
  • Un uovo
  • Nocciole, 2 cucchiai
  • Sale, pepe, noce moscata
  • Aglio in polvere
  • Alloro, una foglia
  • Vino passito, un bicchierino

Per la salsa:

  • Uno scalogno
  • Zucchero di canna, un cucchiaino
  • Albicocche secche, 6-7
  • Sale, pepe
  • Olio extravergine di oliva
  • Vino passito
  • Timo fresco

Per 3-4 porzioni 


Per prima cosa, disossare accuratamente la faraona. Riservare una parte del petto e porre il resto nel boccale del frullatore, insieme alle carni macinate, vino, uovo e panna; aggiungere l’aglio, sale, pepe e noce moscata ed azionare l’apparecchio fino ad ottenere una mousse omogenea e soffice.

Tostare leggermente le nocciole in un pentolino a secco, quindi frantumarle grossolanamente; tagliare il petto della faraona a striscioline e il lardo a dadini. Alla mousse precedentemente ottenuta unire le nocciole e i dadini di lardo.

In una terrina munita di coperchio fare uno strato di mousse, quindi posizionare le striscioline di petto di faraona e ricoprire con il resto della mousse; porvi al di sopra la foglia di alloro, chiudere con il coperchio e cuocere in forno a 170° – a bagnomaria – per ca. un’ora.

Per la salsa, ammollare per una ventina di minuti le albicocche in acqua tiepida. Affettare sottilmente lo scalogno e rosolarlo appena in una casseruolina con un goccino d’olio. Caramellarlo con lo zucchero di canna e sfumare col passito. Unire le albicocche ammorbidite e fatte a pezzetti, un pizzico di sale, pepe e il timo. Coprire con acqua calda e cuocere finche le albicocche non siano quasi sfatte.

Frullare il tutto unendovi due-tre cucchiai del liquido di governo della terrina (sarà un “puccino” molto saporito), ottenendo una salsa densa e profumata.

Servire la terrina tiepida con la sua salsa e pane croccante.

Tips&Tricks

  • La terrina appena uscita dal forno andrà fatta riposare un poco prima di tagliarla e servirla: sarà molto più facile da porzionare
  • Se non disponete di uno stampo apposito, potete usare una teglia di ceramica, avendo però l’accortezza di sigillarla molto bene con carta forno ed alluminio
  • E’ buona, buonissima… ma non dimenticate la salsa: è davvero strepitosa, e starà benissimo anche con un arrosto o il “solito” roast-beef.

terrina di faraona

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...