Etnico&Fusion · lievitati · Lievito madre

κουλούρι – pane greco al sesamo

koulouri

Chi fra voi abbia girovagato un po’ per le isole greche, si ricorderà di aver visto questo particolare tipo di pane praticamente ovunque – dai fornai, e spesso venduto per strada.

Quello che ricordo io, è il suo profumo, la consistenza croccante fuori e pastosa dentro, perfettamente giusto di sale e con una punta di dolce. Insomma: quando vai in giro su motorini scassati e hai vent’anni, ti ci riempi lo zaino, più o meno, ma ho anche visto qualcuno infilarli nel manubrio e sobbalzare sputacchiando per sterrati sassosi senz’alcun’altra preoccupazione se non quella di perdere i κουλούρι per la campagna.

Ingredienti:

  • Scarti di pasta madre, 40 g.
  • Farina 0, 200 g.
  • Miele, un cucchiaino
  • Sale, 1/2 cucchiaino
  • Acqua, q.b. (120 g circa)

Per la finitura:

  • Acqua tiepida
  • Un pizzico di zucchero
  • Un cucchiaino di olio
  • Semi di sesamo

Ammorbidire gli scarti di lievito madre con metà dell’acqua; aggiungere il resto degli ingredienti e la restante acqua a filo – bisogna ottenere un impasto morbido, che andrà lavorato finché non sia più appiccicoso ma resti soffice e liscio.

Fare la palla e lasciar lievitare fino al raddoppio.

A questo punto dividere l’impasto in parti uguali (4 o 5) e ricavarne dei lunghi bastoncini. Lasciarli lievitare ancora un’oretta, coperti con un canovaccio.

Passato questo tempo, accendere il forno a 180° ventilato.

Riempire una ciotola con acqua tiepida, aggiungere olio e zucchero ed immergere velocemente un bastoncino di pane nell’emulsione e  ritirarlo. Arrotolarlo quindi a ciambella e passarlo in un altro piatto cosparso di sesamo. Porre la ciambella sulla placca del forno coperta con foglio antiaderente e proseguire nello stesso modo con gli altri pani.

Cuocere i κουλούρι per ca. 15-18 minuti, e farli raffreddare su una gratella.

Da gustare da soli, per merenda, spuntino, o per nostalgia….

koulouri

Tips&Tricks

  • Un’altra ricetta anti-spreco: gli scarti del rifresco del lievito madre vanno benissimo per questi pani a ciambella che non hanno bisogno di gonfiare moltissimo, ma di sapere di pane buono (e non di lievito…)
  • Unica accortezza è il passaggio nell’acqua: veloci e precisi, o si smollano troppo
  • Io ne vado matta. Forse, è il pane che preferisco.

koulouri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...