lievitati · Piatti unici · Prodotti del Territorio · Secondi

Pink Burger!

Burger buns sofficissimi alla barbabietola e semi di papavero, con “svizzere” home made di tacchino aromatizzate con polvere di cipolla bruciata, formaggio tipico della Valsassina e germogli rosa: un hamburger total pink, buonissimo e molto divertente.

L’impasto dei panini è arricchito dal profumo leggermente affumicato della barbabietola al forno, che dà colore e sapore ai classici buns da hamburger; i germogli sono ricchi di sali minerali, utili per affrontare i primi caldi di stagione.

pink burger

Ingredienti:

Pre-fermento:

  • Farina Manitoba, 50 g.
  • Acqua tiepida, 50 g.
  • Pizzico di zucchero
  • Lievito madre essiccato, 1,5 g.

Impasto:

  • (pre-fermento)
  • Farina 0, 180 g.
  • Uova, 1
  • Burro (o strutto), 15 g.
  • Latte tiepido, 60 g.
  • Un cucchiaino di sale
  • Un cucchiaino di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di malto
  • Barbabietola cotta, 40 g.
  • Semi di papavero

Burger:

  • Carne di tacchino, 500 g.
  • Polvere di cipolla bruciata, 2 cucchiaini (per come realizzarla, guarda QUI)
  • Salsa Worchester, 2-3 cucchiaini
  • Sale, pepe
  • Paprika
  • Taleggina della Valsassina, 1 fetta a panino
  • Germogli di rapa rossa, 40 g.

Per 4 burger


Per i buns: in una ciotolina mescolare gli ingredienti del pre-fermento. Chiudere con pellicola e lasciar riposare per almeno un’ora e mezza.

Frullare la barbabietola; intiepidire il latte sciogliendovi lo zucchero. Nella ciotola dell’impastatrice riunire la farina, il pre-fermento ben gonfio, l’uovo e la barbabietola ed avviare la macchina col gancio. Unire il latte zuccherato a filo, quindi lo strutto (o il burro) morbido, il malto e infine il sale. Lavorare l’impasto per una decina di minuti, quindi trasferirlo sulla spianatoia e dare un paio di giri di pieghe. Farlo a palla e metterlo in un luogo tiepido a lievitare.

Quando l’impasto sarà raddoppiato (a me ci sono volute ca. 3 ore), riprenderlo, pesarlo e dividerlo in 4 parti uguali (all’incirca di 80 g. l’una). Pirlare ogni parte sul piano di lavoro, quindi pizzicare il fondo di ogni panino tirando la superficie, per renderlo ben liscio. Appiattiro leggermente e porlo su una placca foderata con foglio antiaderente. Procedere così per ogni bun, quindi coprire con un telo e lasciar lievitare ancora 30-40 min nel forno chiuso.

Cuocere quindi i panini nel forno caldo a 180° ventilato, dopo averli pennellati con un goccino di latte e spolverati con i semi di papavero.

Per i burger: macinare la carne di tacchino col tritacarne a fori medi. Unire al macinato la cipolla, la salsa Worchester, sale, pepe e un pizzico di paprika. Mescolare il composto e formarlo con un coppapasta.

Cuocere i burger sulla piastra calda (il tacchino deve essere ben cotto); unire il formaggio e coprire a campana per farlo fondere con il calore. Farcire i panini con il burger e i germogli rosa.

Tips&Tricks

  • Per tutti i lievitati morbidi (buns, panini al latte etc.), preferisco partire da un poolish: questo conferisce al prodotto finale una mollica sottile e leggera, senza crosta, e non “sbriciolosa”, quindi particolarmente adatta per piccoli pani e brioche
  • I panini si possono surgelare cotti e ben raffreddati; per usarli, lasciarli scongelare a temperatura ambiente (passarli in forno caldo come per tutti i panini da hamburger, che vanno sempre scaldati)

pink burger

Annunci

One thought on “Pink Burger!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...