Antipasti · Buffet · Etnico&Fusion · Piatti unici

Spanakopita – torta greca di spinaci, feta e menta (con pasta phyllo home-made)

In Grecia, di πιτα, ce ne sono moltissime: con la carne, le patate, di solo formaggio, coi porri, i piselli… Ma questa è forse la più classica, quella che si trova da tutti i panettieri in tutti i paesini (almeno quelli che ho visitato io). Due sono le particolarità: una è ovviamente l’uso della pasta phyllo, l’altra sono le erbe aromatiche, che la rendono diversa da qualsiasi torta salata nostrana.

…Oppure, è il gusto delle vacanze, di quelle di quando si è ragazzini e si viaggia con due soldi (io lo faccio ancora adesso), di quando in Grecia in spiaggia non c’erano gli ombrelloni e le moto d’acqua e le feste fighette, ma solo il vento, e il mare.

spanakopita

La SPANAKOPITA greca – confezionata con l’immancabile pasta phyllo – è forse la più classica e di sicuro quella che amo di più (per motivi anche sentimentali).

Ingredienti:

Per la pasta phyllo:

  • Farina manitoba, 200 g.
  • Semola di grano duro, 50 g.
  • Acqua bollente, 120-130 g.
  • Sale, 1/2 cucchiano
  • Olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio
  • Tsìpouro (grappa bianca), 1 cucchiaino

Per il ripieno:

  • Spinaci, 600 g.
  • Cipollotto fresco, 1 (solo parte bianca)
  • Aglio, 1 spicchio
  • Feta, 200 g.
  • Uovo, 1 piccolo
  • Sale, pepe
  • Aneto, un mazzetto
  • Menta, una decina di foglie
  • Coriandolo in polvere, 1/2 cucchiaino

Teglia tonda da 22 cm


Per la pasta phyllo, riunire in una ciotola tutti gi ingredienti, unendo l’acqua a filo. Cominciare ad impastare con una forchetta, quindi trasferire l’impasto sulla spianatoia e lavorare fino ad ottenere una pasta morbida e setosa. Avvolgerla nella pellicola e lasciarla riposare a temperatura ambiente per almeno un paio d’ore.

Nel frattempo, preparare il ripieno: lavare e sgrondare gli spinaci. Affettare sottilmente il cipollotto e farlo colorire in un goccino di olio evo; aggiungere gli spinaci e chiudere con il coperchio finchè siano appassiti. Aggiungere quindi il coriandolo, un pizzico di sale e il pepe. Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire. A questo punto, tritare gi spinaci grossolanamente, trasferirli in una ciotola ed unire l’aglio spremuto, le erbe aromatiche, anch’esse tritate e l’uovo sbattuto. Sbriciolarvi la feta ed amalgamare bene il composto.

Riprendere la pasta phyllo e dividerla in 6 parti (di cui tre un pochino più grandi, tenendo conto che in media pesano sui 65 g. l’una). Lavorarne una alla volta tenendo le altre sempre coperte con la pellicola, altrimenti seccano e sarà difficilissimo poi stenderle.

Cominciare a tirare la pasta, partendo dai pezzi più grandini, aiutandosi con un mattarello solo all’inizio e solo per spianare i bordi. Procedere quindi allagando la pasta con le mani; occorre ottenere un foglio praticamente trasparente e per farlo ci si può aiutare in questo modo: allargare l’impasto sui pugni chiusi il più possibile; appoggiarlo sulla spianatoia e, tenendo la mano aperta nel centro della sfoglia, con l’altra titare i bordi regolarmente verso l’esterno. Occorre fare attenzione a non strappare la pasta e, tenedovi una mano sopra, il rischio diminusce.

Appena il primo foglio è pronto,ungere di olio con un pennelo  la teglia e posarci dentro la pasta. Anche questo primo strato va spennellato di olio (delicatamente, non bisogna romperlo). Si stende nello stesso modo un altro pezzo di impasto, si spennella di olio e si pone sopra al precendente. Il terzo strato non si unge, ma si ricopre con il ripieno.

A questo punto, si stendono nello stesso modo i pezzi più piccoli; il primo si pone sopra al ripieno come un coperchio; si unge e così si procede con gli ultimi due. Alla fine, si arrotola il bordo formando un cordoncino, si spennella nuovamente di olio e si spolvera di sesamo.

Si cuoce in forno caldo a 180° statico per ca. 45 min.

spanakopita

Tips&Tricks

  • La pasta phyllo: quella che si compra, normalmente surgelata, risulta decisamente più asciutta, quasi secca. Ovviamente, appena fatta è invece elastica, a patto di lavorarla in fretta… e non è semplice, perchè occorre un pochino di manualità per arrivare a farla sottile e trasparente, ma poi risulta croccante, gustosa e dorata esattamente come quella dei panettieri greci
  • Sono affezionatissima a questa pita. Ne ho mangiata a chili, nelle mie estati di ragazzina a zonzo per le isole (amatissime) greche: non sostituite o togliete le erbe aromatiche, sono proprio queste che danno il sapore di vacanza….

spanakopita

Annunci

2 thoughts on “Spanakopita – torta greca di spinaci, feta e menta (con pasta phyllo home-made)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...